I VANTAGGI PER IL CONTRIBUENTE
  • Non deve eseguire calcoli.
  • Non deve trasmettere il modello all’Agenzia delle Entrate, perché la presentazione del modello spetta al datore di lavoro, all’ente pensionistico od all’intermediario cui il contribuente si è rivolto.
  • Ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre).
  • Se deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.
  • Anche con il modello 730 è possibile chiedere la rateizzazione delle imposte dovute indicando nella dichiarazione in quante rate si intende effettuare il pagamento (da un minimo di due a un massimo di cinque).
  • I contribuenti che si rivolgono al CAF sono esonerati da sanzioni per irregolarità commesse dal CAF nell’elaborazione della dichiarazione, di queste risponde il Caf tramite apposita Assicurazione prevista obbligatoriamente.